L’HC Chiasso ha iniziato la nuova entusiasmante stagione agonistica. Sfortunato esordio della Prima Squadra ma i 150 ragazzi del movimento giovanile non mancano di dare soddisfazioni. Galfetti: “Il sogno? Migliorare la nostra realtà di club di formazione”

Un passivo fin troppo vistoso ha contraddistinto l’esordio stagionale della I squadra rossoblu che tra qualche giorno ospiterà il Lucerna nella prima partita casalinga del campionato 2018/19. L’HC Chiasso, infatti, è stato sconfitto a Zugo per 6-1. Un risultato fin troppo severo con i ragazzi di Francesco Bizzozero, capaci di rimanere in partita fino al terzo periodo quando i padroni di casa hanno dilagato. Chiusa la prima frazione in svantaggio per 2-0 (con il secondo gol arrivato in inferiorità numerica), il Chiasso ha accorciato le distanze al 32’ con Daniele Servidio. Gli special team rossoblu, però, non hanno funzionato nella terza frazione quando lo Zugo ha preso il largo segnando due gol con l’HCC in power play. L’uno-due arrivato tra il 44’ ed il 45’ ha “tagliato le gambe” ai rossoblu che hanno subito una quinta rete al 46’. Tabellino alla mano la partita si è decisa in questi 115 terribili secondi. Solo le statistiche la VI rete al 53’ dello Zugo così come i 45’ di penalità accusati dalla squadra di casa (con un’espulsione) e i 18 del Chiasso. Chiasso che è chiamato a dare una prima risposta ai suoi propositi tra qualche giorno contro un tradizionale avversario: quel Lucerna che ha iniziato “alla grande” il suo campionato sconfiggendo per 6-0 il Seetal. La prima giornata è poi stata caratterizzata dalle vittorie di misura di KSC, Dielsdorf e GDT (quest’ultima ai rigori ed unica affermazione esterna del girone).

L’inizio del campionato di II Divisione segna anche l’ingresso ufficiale dell’HC Chiasso nella nuova stagione sportiva 2018/19. Un’annata particolarmente impegnativa e ricca di nuove “sfide” come ben evidenzia il presidente Claudio Galfetti: «Gli obiettivi sportivi sono noti: conquista dei play-off per la prima squadra; salvezza per la Categoria Top e per i Novizi; campionato di vertice per le altre compagini giovanili. Il tutto per far crescere ulteriormente il nostro club che è una società “di formazione”, che offre la possibilità a circa 150 ragazzi di avvicinarsi e praticare questo sport. Non dimentichiamo, infatti, che nonostante le difficoltà di questi ultimi anni le squadre rossoblu sono rappresentate in tutte le categorie, dai più piccini della Scuola Hockey agli Juniori, anticamera della Prima Squadra. Formazioni affidate ad allenatori competenti ed in possesso di tutti gli attestati di formazione nelle quali i ragazzi scoprono tutti gli aspetti del gioco e del vivere in squadra, con un’attenzione particolare rivolta non solo allo sviluppo tecnico del ragazzo, ma anche e soprattutto in un’ottica di divertimento. Il nostro motto, infatti, è “ad ogni bambino il suo posto sul ghiaccio”. Ciò significa che nell’HC Chiasso nessuno viene lasciato indietro. Da questa stagione la responsabilità del movimento giovanile è stata affidata a Stefano Battistini, giovane e motivatissimo coach che si occupa anche della categoria Mini che vedrà il suo campionato prendere avvio il 14 ottobre con la trasferta di Lucerna». Va segnalato che nell’ultimo fine settimana questa formazione ha conquistato il II posto alla XVI edizione del Memorial Livio Donati, disputata sulla pista di Prato Sornico.

Per quanto riguarda gli altri tecnici i più piccoli (Scuola Hockey e Bambino) sono affidati a Thomas Borsani, coadiuvato da Andrea Realini. Queste sono le categorie nelle quali si prende contatto con il ghiaccio e si imparano quelle basi di pattinaggio che saranno fondamentali per la crescita dei futuri giocatori. Nella categoria Piccolo 1 e 2 si apprendo invece i rudimenti del gioco di squadra sotto la direzione di Marco Moro. La categoria Moskito è la prima a giocare a tutta pista. Due le nostre squadre. I Moskito B che inizieranno presto la loro stagione sotto la guida di Renato Tami e Yuri Kozachuk e disputano le loro partite all’interno dei confini cantonali. I Moskito A invece disputano un campionato che li vede impegnati anche oltre San Gottardo e proprio sulla pista del Seetal è arrivata lo scorso fine settimana la vittoria al debutto per i ragazzi di coach Luca Galeone che si sono imposti 6-2 con le reti di Miro Tami (una tripletta per lui) Adriano Vivarelli, Filippo Veronesi e Vittorio Frattini. Sabato 29 settembre i Moskitos A sono attesi da una nuova trasferta, questa volta a Lugano.

Detto dei Mini, è con orgoglio che questa stagione, dopo la brillante promozione dello scorso anno, ilChiasso può schierare nella categoria Novizi una squadra di livello Top, lo stesso, per intenderci, dell’Ambrì-Piotta, uno scalino sotto al solo Lugano. I ragazzi di Marco “Lupo” Allevato stanno pagando sulla loro pelle le difficoltà dell’apprendistato. L’ultimo fine settimana, infatti, ha portato in dote con sé una nuova battuta d’arresto ma l’HCC è riuscito a stare in partita fino ad oltre il 30’. I suoi giocatori, quindi, stanno iniziando a prendere le misure con questo nuovo, impegnativo, campionato. Il Chiasso, infatti, con Yannick Rizzi, è riuscito a rispondere al primo vantaggio del Basilea e nel secondo tempo, con Alessandro Thomas Livi, al momentaneo 1-2 con cui si era chiusa la prima frazione. Tra il 34’ ed il 35’ una doppietta ha consentito agli ospiti di portarsi nuovamente in vantaggio. Ospiti che poi hanno chiuso la partita con una vittoria per 6-2. Lo sfortunato incontro non avrà seguito questo fine settimana dove il campionato osserverà un turno di riposo che sarà utile all’HC Chiasso per tornare maggiormente carico in pista alla ripresa del torneo. Presto arriverà anche la vittoria.

A punteggio pieno invece gli Juniori Top di PierLuigi Grillo che sembrano averci già preso gusto visto che domenica hanno conquistando la seconda vittoria della stagione e guidano il girone insieme al Burgdorf (altra squadra capace di vincere i due match di apertura). Ad “alzare bandiera bianca” è stato l’Olten battuto per 6-4. Chiasso scatenato nel primo tempo con Sebastian Allevato a segno due volte nei primi 9 minuti di gioco e rete al 16’ di Mattia del Vita. Nella ripresa, al 21’, gol di Andrea Gaeta e doppietta di Mattia Del Vita che al 57’ ha poi messo a segno la sua terza rete personale della partita. Sabato prossimo gli Juniori Top ospiteranno il Berna con l’auspicio di continuare questa serie positiva.

«Insomma, i nostri sono ragazzi che ce la mettono tutta negli allenamenti e che sanno vincere, perdere ma soprattutto divertirsi praticando l’hockey» sottolinea Galfetti che si trova a coordinare un Comitato rossoblu profondamente rinnovato: «Si tratta di un Comitato che ha bisogno di fare “esperienza”. Però in questi primi mesi di lavoro l’entusiasmo e l’impegno di tutti non è mai mancato e ciò fa sperare per il meglio». Quale può essere, dunque, il “sogno del cassetto” per l’HC Chiasso nei pensieri del suo Presidente? «Migliorare e migliorarci. Avere più praticanti ed in proposito ricordo a tutti coloro che volessero avvicinarsi a questo bellissimo sport che è possibile farlo contattando la nostro società sul sito www.hc-chiasso.ch e che per i più piccoli è previsto un corso di pattinaggio di una settimana durante le prossime vacanze scolastiche di inizio novembre. E poi auspico di ritrovarmi, a giugno, con una migliore situazione finanziaria perché, nonostante i nostri sforzi, le difficoltà non mancano». (Luigi Clerici)

   
 

 

© 2015 Hockey Club Chiasso